Coinbase Card: Bitcoin, Ethereum, Litecoin su circuito VISA

Coinbase Card: Bitcoin, Ethereum, Litecoin su circuito VISA

Aprile 11, 2019 1 Di Stefano Romoli

Bitcoin e altre principali criptovalute, tra cui Ethereum, Ripple’s XRP e Litecoin, lottano da tempo contro le accuse che sono più difficili da utilizzare nel mondo reale rispetto alle tradizionale moneta circolante.

Il prezzo del Bitcoin, che è balzato in rialzo la scorsa settimana per scambiare intorno a $ 5,000, è stato definito troppo instabile e volatile per essere utilizzato come mezzo di pagamento, con la conseguenza che bitcoin e altre criptovalute vengono utilizzate più come deposito di valore, come l’oro, invece che moneta di scambio.

Ora, uno dei principali exchange di bitcoin e criptovaluta Coinbase, ha collaborato con Visa per provare a cambiare la situazione, lanciando la Coinbase Card che consente agli utenti di “spendere le loro monete  senza sforzo come i soldi nella loro banca”.

Coinbase Card – Visa

Cos’è Coinbase Card?

La carta di debito Visa può essere utilizzata per spendere bitcoin, ethereum, XRP di Ripple e  litecoin “in milioni di località in tutto il mondo”, convertendo la criptovaluta in fiat quando la carta viene utilizzata.

Gli utenti di Coinbase possono scegliere quale criptovaluta viene utilizzata sulla carta tramite una nuova app che supporta tutte le risorse crittografiche disponibili per l’acquisto e la vendita sulla piattaforma Coinbase. L’app offre anche ricevute istantanee, riepiloghi delle transazioni e categorie di spesa, per aiutare le persone a tenere traccia delle proprie spese.


Coinbase Card – Visa

“This is the first debit card to link directly with a major cryptocurrency exchange, allowing people to spend their crypto balances direct from their Coinbase account,” Coinbase said in a statement, announcing the launch of the card. “Previously available crypto cards required users to pre-load a specified amount of crypto onto their card, adding a point of friction to the process.”

La scheda Coinbase è attualmente disponibile solo nel Regno Unito, ma la società con sede a San Francisco, che è stata valutata 8 miliardi di dollari in ottobre, prevede di estendere il supporto in altri paesi europei nei “prossimi mesi”.