JPMorgan ammette alla fine che Bitcoin ha un valore

JPMorgan ammette alla fine che Bitcoin ha un valore

Maggio 21, 2019 1 Di Stefano Romoli

La più grande criptovaluta del mondo è cresciuta oltre il suo “valore intrinseco”, rispecchiando una mossa simile nel 2017. Così le ultime parole in una nota da parte di JP Morgan.

L’ultimo rally di Bitcoin ha colto molti di sorpresa. Con un valore per BTC superiore a $ 8.200 a un certo punto, molti hanno visto questo come un indicatore del fatto che il temuto mercato della recessione era finalmente finito.

L’incredibile balzo dei prezzi non è passato inosservato a JP Morgan, il gigante bancario statunitense e in precedenza uno dei critici più vivaci su Bitcoin. Secondo una nota ottenuta da Bloomberg, gli strateghi di JPMorgan credono che la criptovaluta più grande del mondo possa aver superato se stessa con il suo recente rally.

Nikolaos Panigirtzoglou, uno degli autori della nota, ha affermato che Bitcoin è cresciuto oltre il suo “valore intrinseco”.

La nota spiegava che il valore intrinseco di Bitcoin era deciso trattando la criptovaluta come una merce e calcolando il suo “costo di produzione”. Per calcolare il totale “intrinseco” sono stati utilizzati input come la potenza di calcolo stimata, la spesa elettrica e l’efficienza energetica dell’hardware.”


Jamie Dimon, CEO di JPMorgan, è famoso per le sue critiche a Bitcoin.

“Defining an intrinsic or fair value for any cryptocurrency is clearly challenging,” the strategists wrote as a caveat. “Indeed, views range from some researchers arguing that it has no fundamental value, to others estimating fair values well in excess of current prices.”

Jamie Dimon, CEO di JPMorgan, è famoso per le sue critiche a Bitcoin.

Dimon ha acquisito notorietà infatti nel settore nel 2017, quando ha definito Bitcoin una frode.

E mentre Dimon in seguito si pentì di aver chiamato Bitcoin una frode, mantenne però una posizione che era sostanzialmente negativa. Tuttavia, l’ultimo rapporto di JPMorgan contraddice la posizione complessiva della banca sulle criptovalute, in quanto riconosce essenzialmente il valore di Bitcoin.

Anthony Pompliano, il co-fondatore e socio di Morgan Creek Digital, ha notato questo in un tweet, avvertendo che si dovrebbe essere cauti su ciò che le banche dicono sul mercato delle criptovalute.