Cina: Trading e possedere Bitcoin (BTC) è legale

Cina: Trading e possedere Bitcoin (BTC) è legale

Maggio 24, 2019 1 Di Stefano Romoli

Altre buone notizie per la comunità crypto questa mattina. Dopo la notizia di AT&T anche la Cina ha dichiarato legale il trading e il possesso di Bitcoin. Xiao Wei, un membro del Consiglio presso l’Associazione di ricerca legale della Bank of China, ha condiviso con i media locali che, nonostante il divieto, i cittadini cinesi possono tranquillamente possedere Bitcoin (BTC) senza che questo sia considerato un crimine o un’attività illegale.

Secondo l’esperto, il sistema legale cinese proibisce espressamente le nuove ICO, ma fornisce una visione diversa riguardo il possesso delle criptovalute:

“In 2013, China gave a clear definition of the legal nature of Bitcoin itself: a specific virtual commodity, that is, its status as a “property”. The General Principles of Civil Law, implemented on October 1, 2017, reconfirmed that virtual property is protected by Chinese Law.

Xiao Wei analyzed that based on this, owning Bitcoin is legal in China.”

Allo stesso modo anche il trading non è considerato un crimine. L’esperto spiega che, secondo le leggi, questo sarebbe un atto di “disposizione del potere” in cui una persona trasferisce a un’altra una risorsa insieme ai diritti ad essa associati. Come distribuirlo è un diritto privato del proprietario e gli altri non hanno il diritto di interferire, ha spiegato.

Le dichiarazioni di Xiao forniscono una certa chiarezza all’ecosistema. Il governo cinese ha una politica restrittiva che cerca di ridurre le attività associate alle criptovalute, soprattutto a causa della percezione negativa che ha il governo attorno all’ecosistema.