Bitcoin SV (BSV) è una città fantasma: 86% del volume in 100 transizioni

Bitcoin SV (BSV) è una città fantasma: 86% del volume in 100 transizioni

Giugno 25, 2019 0 Di Stefano Romoli

I dati raccolti su CoinMarketCap mostrano un Bitcoin SV (BSV) non così male. Ottava posizione con 4,2 miliardi di capitalizzazione di mercato e volumi pari a 450 milioni di dollari, circa un quarto di Bitcoin Cash (BCH). Tuttavia, le cose non sono come sembrano.

Bitcoin SV (BSV) è una città fantasma

Bitcoin (BTC) è aumentato molto in quest’ultimo periodo riuscendo a superare la soglia di $ 11.000, forse grazie anche all’arrivo della criptovaluta di Facebook, che ha certamente contribuito a far crescere l’interesse in questo mercato, anche se indirettamente.

Il dominio di BTC è ora vicino al 60% e diversi altcoin hanno perso valore nel nel confronto  del bitcoin, ma il bitcoin SV (BSV) si sta comportando in un modo fuori dall’ordinario.

Bitcoin SV (BSV) è una “città fantasma”

Tutti i problemi legali che Craig Wright sta affrontando, insieme alla cattiva immagine che il bitcoin SV (BSV) ha acquisito in questo mercato, non hanno contribuito molto al valore della criptovaluta.

Secondo il tweet dell’investitore di Toronto Kevin Rooke, la rete BSV può essere considerata una “città fantasma”.

Rooke afferma che l’86,4% del volume totale registrato il 23 giugno 2019 proviene da 100 transazioni. Nonostante ciò, il bitcoin SV (BSV) è cresciuto di oltre il 300% in soli 45 giorni.

Tutto ciò potrebbe significare che non c’è così tanto traffico all’interno della rete e che alcuni scambi, o più semplicemente alcune “balene”, stanno spostando fondi per dare l’impressione che il sistema sia ancora solido.

Inoltre, un altro fatto interessante mostra che il 98% di tutte le transazioni crittografiche è stato utilizzato per scrivere dati meteorologici all’interno della blockchain di Bitcoin BSV.